enfrit

Museo Archeologico di Villasimius, aperto tutto l’anno

Villasimius, Torre di Porto Giunco

Villasimius, Torre di Porto Giunco

ll museo ha sede in una casa rurale dell’Ottocento, in via Frau n. 5, ed è gestito dalla cooperativa Cuccureddus. Rimane aperto tutto l’anno e il costo del biglietto è di 3 euro.
È importante visitarlo perché al suo interno raccoglie le testimonianze archeologiche rinvenute nel territorio di Villasimius, dall’età nuragica all’età medievale. È suddiviso in diverse sale tematiche: la sala del territorio, la sala del mare, la sala del Santuario di Cuccureddus e la sala del Relitto.
In una troviamo i reperti di un tempio-santuario ritrovato presso la località Cuccureddus, scalo commerciale fenicio. All epoca romana risalgono degli ex voto in terracotta.
Sono molto interessanti i ritrovamenti subacquei lungo la costa di Villasimius. Si possono vedere alcuni cannoni e parte del carico (“azulejos”, mattonelle dal caratteristico rivestimento in smalto bianco e azzurro) del relitto dell’Isola dei Cavoli, una nave spagnola naufragata intorno al XV secolo. Sono stati riprodotti degli scavi subacquei.
Il servizio di visita guidata è gratuito. Sono a disposizione i dépliant illustrativi, un bookshop e una postazione multimediale con video sul territorio in 4 lingue. Non ci sono barriere architettoniche.