enfrit

Molentargius, là dove regnano pollo sultano e fenicottero rosa

Molentargius, là dove regnano pollo sultano e fenicottero rosaGli stagni di Santa Gilla (il più vasto) e Molentargius, con le adiacenti saline (in buona parte dismesse, anche se è allo studio un progetto di recupero), costituiscono un complesso di zone umide che caratterizzano la città di Cagliari e l’hinterland. Svariate specie di uccelli vi nidificano tutto l’anno: fenicottero rosa, pollo sultano, airone cenerino, falco di palude, garzetta, cavaliere d’Italia, grifone, pernice sarda.

Gli eleganti fenicotteri (chiamati in dialetto campidanese “sa genti arrubia”, cioè la gente rossa, dal colore di una parte del piumaggio di questi trampolieri) sono probabilmente l’attrazione principale: compiono addirittura voli di migliaia di chilometri e giungono principalmente dall’Africa. Migliaia di loro decidono di fermarsi in Sardegna mentre una cospicua parte di essi prosegue verso altri Paesi europei (la francese Camargue, per esempio, è tra le aree più popolate di fenicotteri).

Stagni e saline sono collegati tra di loro e col mare da canali, in parte navigabili. È di recente costituzione il Parco del Molentargius, nato con lo scopo di preservare una delle zone umide più importanti dell’intero Mediterraneo dalla minaccia del cemento. Tra l’Ottocento e il Novecento, alcuni interventi di bonifica hanno ridotto il numero di stagni nel territorio del basso Campidano.